Monday, April 14, 2014

Le ultime bambine di Auschwitz

Segnaliamo un bel reportage della Stampa online sull'intensa e commovente testimonianza di due sopravvissute al campo di concentramento di Auschwitz, Tatiana e Andra Bucci.
"Questa settimana sono esattamente settant’anni dal momento in cui i nazisti marchiarono la pelle di Tatiana Bucci: sul suo braccio fu tatuato il numero 76484. Era appena arrivata al campo di sterminio di Auschwitz Birkenau. Il 76483 era toccato a sua sorella Andra, mentre alla mamma, che aveva voluto passare davanti alle figlie per capire se era doloroso, avevano inciso il 76482.
“Oggi se ne può parlare, la gente capisce, i ragazzi hanno voglia di ascoltare, ma quando eravamo giovani questi erano argomenti impossibili, un vero tabù. Ricordo la vergogna che provavo d’estate, quando io e mia sorella mettevamo un vestito sbracciato e i cretini sul tram ci chiedevano se quello fosse il nostro numero di telefono. ...
Quando il treno arrivò alla fine dei binari, esattamente al centro dell’immenso lager di Birkenau, e le porte del carro bestiame finalmente si spalancarono Tatiana aveva 6 anni e Andra 4". 
La Stampa.

Note di grammatica
Questo brano - e il resto del reportage - si presta a una revisione del passato remoto, del trapassato prossimo (trovatene degli esempi) e dell'imperfetto.

Friday, March 21, 2014

Le città più felici d'Italia

Accanto al Pil [GDP], alla ricchezza, e alle libertà politiche di cui i cittadini possono godere, anche il grado di felicità di ciascun individuo merita infatti di essere preso in considerazione nel misurare il benessere e l’efficacia delle nostre democrazie. ...  Ma in Italia dove si è più felici? E quali sono i fattori che influenzano maggiormente il sorriso degli italiani? Per cercare di rispondere a queste domande, una possibilità è quella di analizzare quello che gli italiani scrivono sui social media.  ...
Dall’analisi di oltre 40 milioni di messaggi su Twitter raccolti quotidianamente nelle 110 provincie italiane, emerge che nel 2013 la capitale della felicità in Italia è stata Genova. La provincia del capoluogo ligure si colloca infatti al primo posto con un 75,5% di tweet felici. Al secondo posto, e a poca distanza, troviamo Cagliari (75,1%), mentre nella top-ten compaiono anche Parma (quarta col 72,9%), Bari (settima: 71,7%) e Bologna (71,4%), seconda nel 2012 ma che quest’anno scende al non posto. Corriere della Sera.

Grammatica
Questo articolo si presta a un ripasso del comparativo e anche dei numeri ordinali. Come primo esercizio, invitiamo a sottolineare tutti i numeri ordinali che si incontrano.

Monday, March 10, 2014

MILANO FESTEGGIA L'8 MARZO NELLA NUOVA CASA DELLE DONNE


Milano festeggia l'8 marzo con l'inaugurazione della Casa delle donne:
(/http://casadonnemilano.it/)
Nello spazio comunale di via Marsala 8, diverse esponenti femminili del mondo della cultura, dello spettacolo e della società civile cittadina hanno partecipato all'apertura ufficiale del primo luogo interamente dedicato all'incontro e al dialogo tra donne. Lo spazio, una superficie di circa 700 metri quadri al piano terra dello stabile, è stato concesso in uso gratuito per tre anni, come previsto dall'apposito bando, all'associazione Casa
Inaugurazione ufficiale della Casa delle donne>
Una processione simbolica in cui le donne portano
dei secchi di acqua
dentro la Casa.
delle donne di Milano.
I locali saranno utilizzati per svolgere eventi e attività culturali. " Le più giovani potranno venire qui con i propri bambini, le più anziane troveranno occasioni di compagnia. Tutte quante potranno vivere insieme tante esperienze, attività ludiche e culturali, momenti di confronto e riflessione". "Uno spazio reso accogliente e allegro dal lavoro, dalla creatività e dalla fantasia di tante donne che lo animeranno con iniziative di vario tipo, da quelle più leggere e piacevoli a quelle più impegnate di confronto e scambio di idee e opinioni. La città aveva bisogno di questo luogo, che speriamo sia sempre più aperto alle donne, ma anche agli uomini. Un luogo simbolicamente con porte e finestre sempre aperte a tutte e tutti". "Finalmente un sogno si è realizzato - Quello che molte di noi hanno desiderato per tanti anni oggi finalmente ha trovato una concretizzazione. In una città che è ricca di gruppi femministi, da oggi esiste un luogo anche per le moltissime donne che non hanno avuto parte di questa storia femminista, a cominciare dalle più giovani".
Repubblica

Note di cultura
8 marzo La giornata internazionale della donna (comunemente definita festa della donna) ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922.
La storia di questa celebrazione.  
l’8 Marzo possa risalire al 1908 quando, all'inizio di marzo, a New York, le operaie dell'industria tessile ' Cotton ' scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare.Lo sciopero alla 'Cotton' si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle donne di uscire. Nello stabilimento scoppiò un incendio e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme.
Per saperne di più: http://www.jndyos.com/Donna/Origine.htm

Sunday, February 23, 2014

Roma città aperta

Un nuovo libro racconta la tragica storia della Capitale tra l’armistizio dell’8 settembre 1943 e la Liberazione del 4 giugno 1944. Si tratta di La battaglia di Roma (Mursia) di Claudio Fracassi.
"Solo nel breve periodo che va dall’8 settembre alla fine dell’ottobre 1943 si avvicendano sotto gli occhi e sulla pelle dei cittadini di Roma alcuni degli eventi più tragici e significativi della storia del Novecento. La fuga della monarchia e del suo governo da Roma, la completa assenza di ordini alle forze armate, le prime battaglie della Resistenza nata spontaneamente sia tra i militari che tra i civili, l’ordine di cedere le armi ai tedeschi da parte dei militari italiani, il trasferimento dei nostri soldati nei campi di lavoro in Germania, lo sbarco di Salerno, la costituzione della Repubblica di Salò, la richiesta – a fine settembre – di cinquanta chilogrammi di oro agli ebrei, la razzia del 16 ottobre e la deportazione di più di mille persone, l’inizio delle attività delle bande e delle milizie fasciste. E poi delazioni, taglie sui ricercati, le torture di via Tasso. Centinaia di pugnalate che hanno colpito Roma, dopo che Badoglio l’aveva dichiarata città aperta". Sonia Marzetti su Left.

Note di cultura
Questo triste capitolo della storia d'Italia e di Roma è narrato anche dal bel film di Roberto Rossellini, Roma città aperta, che vi invitiamo a guardare.
In questo paragrafo che proponiamo sono elencati alcuni significativi eventi storici di quel breve periodo: la fuga del re, la mancanza di ordini all'esercito (che era anche impegnato sul fronte russo), l'inizio della Resistenza, lo sbarco di Salerno, la Repubblica di Salò e altri. Vi invitiamo ad andare a ricercarli sul web o sui libri di storia.
 

Monday, February 17, 2014

Le fiabe fanno male ai bambini?

Recentemente sono usciti tre opuscoli - pubblicati dal Dipartimento per le pari opportunità e destinati agli insegnanti delle scuole elementari, medie e superiori - che  sconsigliano di leggere le fiabe ai bambini. Secondo questi opuscoli le fiabe tendono a promuovere un solo modello, quello della famiglia tradizionale, e impediscono identificazioni diverse.

La scrittrice e giornalista Isabella Bossi Fedrigotti commenta questo fatto sul Corriere della Sera: "Per secoli le fiabe hanno fatto il loro onorato servizio per divertire, appassionare, distrarre, a volte anche consolare i bambini: ma ora è finita, Grimm e Andersen se ne devono andare in pensione, come anche le molto amate riscritture cinematografiche delle loro belle fiabe, firmate Walt Disney. Al bando Biancaneve, la Bella addormentata, il Principe rospo e tutte quelle storie che parlano di principi azzurri e principesse in cerca di un eroe che ammazzi il drago, colpevoli di indurre le bambine a cercare poi - invano - per tutta la vita un uomo che assomigli a quel perfetto prototipo e i bambini a convincersi di dover usare spada e coltello per far colpo sulle fidanzate. ..." Corriere.

Note culturali
Dipartimento per le pari opportunità: è un ufficio governativo che si occupa di garantire la partecipazione economica, politica e sociale di qualsiasi individuo indipendentemente dal genere, religione e convinzioni personali, razza e origine etnica, disabilità, età, orientamento sessuale.

Argomenti di discussione
Le fiabe hanno avuto un ruolo nella vostra infanzia? Quali fiabe in particolare? Siete d'accordo sul provvedimento del Dipartimento della pari opportunità di sconsigliare la lettura delle fiabe ai bambini? Siete d'accordo sul fatto che le fiabe promuovano un solo modello di famiglia? siano sessiste e omofobiche? Riuscite a trovare degli esempi per dimostrare o confutare questo argomento?

Tuesday, February 11, 2014

Passeggiando in bicicletta Percorsi per scoprire l'altra Roma

Dall'Appia Antica al Colosseo da Villa Ada alla Caffarella, Carlo Corobati racconta una città da esplorare attraversando le aree verdi in un tour tra natura e cultura
 Urban trek: dieci passeggiate, a piedi o in bicicletta, esplorando la capitale attraverso le sue aree verdi. Perché Roma non è solo il groviglio di strade ingolfate di traffico e smog, ma anche quieti scenari di campagna, sentieri sterrati o scorci panoramici inaspettati. Basta saperli cercare e proporre. E questo è l'intento di Carlo Coronati, escursionista e maestro elementare, che, per le edizioni Il Lupo, ha scritto Roma una vera bellezza.

Dunque, i trek : dalla Roma garibaldina, che porta dritti dritti alla statua equestre dell'eroe dei due mondi in piazzale del Gianicolo e al colpo di cannone di mezzogiorno, alla passerella verde di Roma nord, con Villa Torlonia e la sua Casina delle civette, Villa Ada e Monte Antenne. Qui si respira odore di Medioriente, con la moschea progettata da Paolo Portoghesi, che per le grandi festività islamiche attira fino a 40mila fedeli. E non potevano mancare il Tevere e i suoi argini, restituiti ai romani con la bonifica delle banchine, trasformate in percorsi ciclopedonali. Questa è la Roma dell'acqua e dei suoi ponti, diciotto, dal Sublicio a ponte Milvio.

 "Così  -  scrive Coronati nella prefazione  -  si rivelano e si manifestano "corridoi di umanità" che non ti aspetti nella frenesia urbana. In ogni luogo incontri gente serena, non stressata, cani ed amanti degli animali, coppiette, anziani silenziosi, gente che legge, studenti con un libro in mano, bambini che giocano. Sembra un mondo al rallentatore". I tempi per un altro approccio con la città sono maturi: lo dimostra la grande partecipazione alla Giornata nazionale del camminare, promossa dalla Federtrek lo scorso 13 ottobre.  
Repubblica

Spazio alla grammatica
Preposizioni e preposizioni ariticolate Questo articolo offre una miniera di esempi dell'uso delle prepozioni. Gli studenti possono essere invitati a trovarle o a completare frasi da dove sono state eliminate le preposizioni.
Uso dell'aggettivo: L'articolo fa anche un grande utiizzo di aggettivi. Ne diamo solo alcuni esempi. Come nell'articolo prcedente l'insegnante può invitare gli studenti a identificarli e  mettere in evidenza la posizione dell'aggettivo nella frase.


Le biciclette conquistano le strade d'Italia

Incredibile! Anche l'Italia ha raggiunto gli altri paesi europei dove il numero di bici vendute ha superato quello delle auto. Leggiamo sul il Piccolo che "le biciclette sono ormai utilizzate da 14 milioni di italiani e per ben 5 milioni rappresentano un mezzo di trasporto sostitutivo dell’automobile, utilizzato almeno 3 o 4 volte a settimana.

Così ora i ciclisti chiedono di fare le leggi. Una pedalata dopo l'altra, la ciclabilità urbana è riuscita a conquistare l'attenzione dell'opinione pubblica attraverso movimenti e campagne di sensibilizzazione sull'utilizzo quotidiano della bicicletta come mezzo di trasporto in città, diventando anche un tema all'ordine del giorno nell'agenda politica italiana. Negli ultimi anni il trend-a-pedali positivo è sotto gli occhi di tutti: sulle nostre strade le persone che si spostano in sella crescono di giorno in giorno, in Italia le bici vendute hanno superato il numero delle auto immatricolate sia nel 2011 che nel 2012 e l'Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) ha depositato presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti un pacchetto di proposte di riforma del Codice della Strada per rendere le città sempre più a misura di bicicletta."Bici senza frontiere".. Una due giorni di giochi in strada e iniziative di promozione della bicicletta che si concluderà con un'assemblea nazionale, in cui le istanze provenienti dalle diverse realtà cicloattive nel Paese daranno vita a un nuovo progetto unitario: C'Mon, ciclisti per la mobilità nuova. Repubblica.it

Uso della lingua
ordine del giorno: (abbreviato con O.d.G.)  sono le questioni in "agenda" per una incontro, cioè  gli argomenti da discutere e la sequenza in cui  verranno affrontati nel corso dell' incontro.
in sella: una metafora per indicare la bicicletta. La sella o sellino è il sedile della bicicletta.
immatricolate: registrate con un numero di targa.
a misura di: un'espressione idiomatica che significa "adeguata ai bisogni" di che va in bicicletta.
Note di cultura
bici senza frontiere: il tirolo dell'evento è ispirato ad un famoso gioco televisivo presentato in eurovisione in molti paesi d'Europa negli anni '70, che si chiamava "Giochi senza frontiere".

Vedi anche: http://it.wikipedia.org/wiki/Giochi_senza_frontiere